Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Purple Color

Il marchio francese di cognac Rémy Martin celebra la cultura del cognac e della musica attraverso una serie di film. Con la serie "Ground’s Melody", 6LACK (pronunciato "black"), che è il regista scelto dalla casa di cognac, rivela come la musica sia fortemente influenzata dalle città e dalle comunità in cui è stata creata, in modo simile alla produzione del cognac. Il primo episodio è incentrato sulla città natale di 6LACK, Atlanta.
 
6LACK spiega come l'energia della città proviene dall'interno dei suoi abitanti. Proveniente dalla comunità, una ricca storia musicale continua a caricare la città. Grandi artisti del passato e quelli che inseguono i loro sogni oggi, hanno viaggiato a Los Angeles da tutto il mondo, ognuno con una dedizione e una perseveranza simili per perfezionare il loro mestiere.
 
Sia nella creazione di musica che nella produzione di Cognac, c'è un'ammirazione per le comunità che promuovono una cultura di eccellenza. Per la musica, l'ispirazione è presa dal ritmo di una città, un quartiere o un territorio: ognuno di questi porta il cuore e l'anima di chi ci vive.
 
Rémy Martin produce i suoi liquori solo a Cognac, in Francia, rendendolo unico per qualità e artigianato. Questo terreno fisico che ha coltivato l'eredità e lo spirito di Rémy Martin è la ragione per cui la casa del cognac si trova saldamente dietro il suo territorio.
 
Non è la prima volta che Rémy Martin ha celebrato la musica che unisce le persone. Ad esempio, la serie Rémy Producers ha onorato l'esplorazione di nuovi suoni da artisti di livello locale e ha creato una nuova piattaforma per produttori musicali e DJ.
 

Dici Tignanello e subito si accendono i sensi: la mente attraversa le vaste campagne toscane, baciate dal sole che risplende sugli acini d’uva; il palato sembra già avvertire i sentori di un gusto ricco e armonioso di uno dei vini che, ormai da 50 anni, ha fatto e fa la storia del settore enologico italiano.

Prodotto per la prima volta nel 1970 da Piero Antinori, il Tignanello nasce nella tenuta omonima che si sviluppa a San Casciano in Val di Pesa (Firenze).
Agli albori questo vino presentava la caratteristica di comprendere anche uva Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, venendo invecchiato in barrique. Una svolta storica per l’enologia toscana, che usciva così dallo schema, stabilito da Bettino Ricasoli, del vino Chianti Classico DOCG.

Dal 1975, però, la lavorazione subì un altro cambio; forse quello decisivo. L'uva bianca venne totalmente rimossa, lasciando la composizione odierna: 80% Sangiovese, 15% Cabernet Sauvignon e 5% Cabernet Franc.

Una formula quasi magica, capace di stupire ed ammaliare i palati di appassionati e cultori da tutto il mondo. Ultimi, ma solo in ordine di tempo, l’ormai ex Principe Harry e Meghan Markle.
Il distacco dalla Casa Reale, sorseggiando un calice di Tignanello, potrebbe essere meno duro.

 

I marchi di vini e liquori di lusso di Moët Hennessy USA e l'attrice, produttrice e CEO pluripremiata Tracee Ellis Ross, Grammy Il DJ e produttore nominato Steve Aoki e l'attore Darren Criss, insieme, faranno il loro debutto con The New Year's Eve WISH-SHOP, una destinazione online.
 
Per l'industria che ha subito perdite devastanti quest'anno, Moet Hennessy effettuerà una donazione di 100.000 dollari alla National Restaurant Association Educational Foundation (NRAEF) attraverso la campagna Wish-Shop. 
 
Il WISH-SHOP è uno sportello unico per celebrare tutti i momenti delle vacanze che portano a questo capodanno senza precedenti a casa. Le persone avranno l'opportunità di rallegrare le loro celebrazioni con offerte speciali, vincere esperienze indimenticabili di artisti famosi e aiutare i lavoratori del ristorante facendo una donazione.
 
I marchi Moët Hennessy hanno unito le forze per creare abbinamenti personalizzati di bottiglie e cocktail per completare i molti momenti che compongono l'occasione di Capodanno, dai cocktail e la cena al conto alla rovescia e al brunch di Capodanno. 
 
Chad Stubbs, Senior Vice President of Marketing di Moet Hennessy LVMH, ha commentato: «È stato un anno davvero difficile per tutti e siamo tutti pronti a salutarci. Mentre guardiamo alle festività natalizie e allo stato della pandemia, è chiaro che questo sarà un Capodanno a casa. La nostra speranza è che con il WISH-SHOP, possiamo fare queste celebrazioni a casa un po’ più speciali».
 

Rossi intensi, delicati rosé e bollicine: cinque vini da gustare durante le festività natalizie, perfetti in abbinamento a piatti classici della tradizione e non solo, scelti da Mondodelvino tra la ricca offerta delle sue cantine dislocate tra Piemonte (Cuvage e Ricossa), Romagna (Poderi dal Nespoli) e Sicilia (Barone Montalto).

Acquistabili anche online direttamente dall’e-commerce del sito di Mondodelvino che si inserisce in una piattaforma multicanale che unisce gioco, esperienza e incontro, valorizzando l’esperienza di acquisto attraverso soluzioni digitali e smart come il test “Che vino sei?”, una guida virtuale che suggerisce il vino più adatto ai propri gusti ed esigenze in base alle preferenze poste in cinque semplici quesiti.

Cuvage Nebbiolo d’Alba Doc Rosé Brut

Perfetto in abbinamento a una tartare di tonno per la cena della Vigilia di Natale, il Cuvage Nebbiolo d’Alba Doc Rosé si distingue per grande eleganza ed equilibrio: di colore rosa cipria, dal perlange fine e molto persistente, al naso presenta delicati sentori di petali di rosa e noce moscata.

Prugneto Romagna Doc Sangiovese Superiore di Poderi dal Nespoli

Ideale da degustare in accompagnamento ai tradizionali cappelletti in brodo per il pranzo di Natale, il Prugneto Romagna Doc Sangiovese Superiore della cantina Poderi dal Nespoli è sinonimo di intensità e freschezza: di colore rosso rubino brillante, dal profumo di frutta rossa, al palato presenta tannini morbidi e note di mela, ciliegia e prugna con un retrogusto speziato e persistente.

Ricossa Nizza Docg

Ottimo abbinato alle carni, in particolare con il filetto di manzo arrosto, il Nizza Docg della cantina Ricossa è un vino rosso sorprendente e rotondo: di colore rosso intenso con riflessi violacei, è caratterizzato da sentori eleganti e balsamici di timo e salvia, con un finale di vaniglia, liquirizia e note di cacao.

Passivento Terre Siciliane IGT di Barone Montalto

Eccellente abbinato a una selezione di formaggi, il Passivento Terre Siciliane IGT di Barone Montalto è un vino ricco e corposo: dal colore rosso scuro intenso, presenta un naso opulento di fichi caramellati e frutta matura, un corpo importante, equilibrato sia in rotondità che in persistenza.

Cuvage Asti Docg Acquesi

Dedicato agli amanti della dolcezza e dell’aromaticità, l’Asti Docg Acquesi della cantina Cuvage è perfetto per brindare con il classico dolce del Natale, il panettone. Dal colore giallo paglierino, al naso è fresco e intrigante, presenta sentori di fiori bianchi, pesche e scorza d’agrumi.

Fino agli anni ‘90 il consumo degli alcolici in Cina era principalmente associato a occasioni sociali o cene di lavoro. Ma oggi si è andata a diffondersi anche nel Paese di Mezzo una vera cultura del bere. Tanti i marchi internazionali approdati nel mercato cinese ragione per il quale gli esperti ritengono che il mercato delle bevande alcoliche sarà più diversificato e competitivo in Cina.

Il tutto grazie al cross-border e-commerce.  Secondo gli analisti, il passaggio alle piattaforme digitali cambierà profondamente il mercato delle bevande alcoliche, introducendo un vasto numero di marchi e concepts che non dipenderanno dalle grandi catene di vendita al dettaglio.

Un maggiore potere d’acquisto della classe media sia nelle top-tier che nelle lower-tier del Dragone, unito a dei sostanziali cambiamenti nello stile di vita dei consumatori, ha infatti permesso a molti l’accesso a vini e liquori stranieri.  Basti pensare che il consumo di whisky o cognac, ha visto un’inaspettata crescita della domanda nell’ultimo anno.

Il whisky si è rivelato estremamente popolare a Shanghai con circa 6,85 milioni di litri, per un valore di 59 milioni di dollari, consumati in città durante l’ultimo periodo, molto più avanti rispetto a Pechino, o alle province del Guangdong, e Fujian.

Gioosto, la piattaforma di “social e-commerce” multimarca Made in Italy, interamente dedicata alle aziende sostenibili ha festeggiato il suo primo compleanno con il “Good Friday”. Nella settimana del Black Friday, acquistare in modo etico, sostenibile e generativo è una scelta alla portata di tutti, oggi anche online.

Presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma, lo chef Alessandro Circiello di Palazzo Brancaccio ha preparato un menù speciale, utilizzando alcuni dei prodotti solidali e sostenibili in vendita sulla piattaforma Gioosto. Durante la preparazione delle ricette, il co-founder di Gioosto, Leonardo Becchetti, ha seguito lo chef passo-passo, raccontando le storie dei prodotti utilizzati.

I piatti preparati dallo chef Circiello sono stati distribuiti da Foodmidable, il progetto di Bar Banqueting per il food delivery che collabora con Gioosto e testati da alcune famiglie.

Contemporaneamente, a Benevento, il ristorante Alimenta Bistrot di Benevento ha proposto un altro menù sostenibile, cucinato dalle sapienti mani dello chef Pasquale Basile che distribuirà ai propri clienti un pranzo completo e “giusto” cucinato sempre con alcuni dei prodotti della piattaforma Gioosto.

Il progetto è stato presentato da Luca Raffaele (Presidente di Gioosto): «La nostra è una forma di e-commerce sostenibile, nata con l’idea di promuovere e mettere insieme aziende che responsabilmente si occupano di vendere con un giusto prezzo e di produrre con un giusto rapporto con i lavoratori, dando un occhio al rapporto con l’ambiente. L’obiettivo è quello di creare anche delle reti all’interno del territorio, per ripensare anche una logistica e avvicinare questi prodotti al consumatore finale. Tutto questo sarà possibile anche alla bellissima collaborazione instaurata con il servizio di delivery Foodmidable. In questo modo chi usufruisce di un’unica piattaforma, può avere diverse scelte a disposizione».

La scelta etica di Gioosto è stata spiegata dal suo cofondatore, Leonardo Becchetti: «Gioosto nasce dopo aver incontrato tantissime storie stupende di reinserimento sociale, sostenibilità ambientale e produttori che riuscivano a mettere insieme la qualità del prodotto e l’impatto sociale ambientale; da qui abbiamo desiderato essere loro partner, soprattutto per lanciare un’idea fondamentale: il mondo può cambiare, se noi votiamo con il portafoglio. Noi cittadini siamo, infatti, la domanda del mercato e non dobbiamo chiedere a qualcun’altro di risolvere i nostri problemi: possiamo risolverli con le nostre scelte mettendo insieme la qualità, la sostenibilità ambientale e la tutela del lavoro. Dobbiamo coniugare i buoni prodotti con la capacità di cambiare le cose».

Andrea Azzarone (Amministratore unico di Bar Banqueting, società che sta sviluppando il progetto Foodmidable) ha parlato della collaborazione Gioosto-Foodmidable: «Questo progetto presentato dal gruppo Gioosto ci è piaciuto da subito. Con Foodmidable, infatti, abbiamo deciso di prendere le loro materie prime e realizzarle con il nostro chef Alessandro Circiello, in piatti pronti per la casa».

Grazie alla collaborazione con Focsiv anche l’agrichef stellato Diego Scaramuzza de La Cascina di Venezia, ha proposta una sua videoricetta di stagione per il compleanno di Gioosto, utilizzando il riso carnaroli della campagna "Abbiamo riso per una cosa seria": un progetto di Focsiv che valorizza le produzioni familiari di riso in Italia e nel Mondo, insieme con gli agrichef di Coldiretti, e che punta alla tutela del suolo e dell’agricoltura svolta in modo etico e sostenibile.

Sulla piattaforma Gioosto saranno disponibili pacchi speciali, con i prodotti utilizzati nelle diverse ricette, per poter replicare anche a casa le proposte degli chef e contribuire concretamente a supportare quelle tante realtà che non solo producono ottimo cibo, ma lavorano ogni giorno per valorizzare le persone, il territorio e le comunità locali.

Enjoy Good Friday!