Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Gucci pronto a sbarcare nell'alta orologeria con una collezione composta da quattro linee, ognuna legata agli elementi classici del marchio, ovvero gli elementi naturali, flora e fauna e, naturalmente, la doppia G. In occasione del centenario la maison Fiorentina ha già lanciato il primo modello sul mercato, il Gucci 25H, con un numero caro al direttore creativo Alessandro Michele, il 25. Anche il nuovo calibro, GG727.25 (il primo movimento sviluppato e realizzato dalla manifattura Kering situata a La Chaux-de-Fonds), ha numeri simbolici: il '7' evoca un senso di completezza, il '2' rappresenta equilibrio e cooperazione, e il '5' simboleggia curiosità e libertà.

I designer Jaguar hanno creato una gamma di oggetti esclusivi per le celebrazioni del 60° anniversario di una leggenda del mondo automobilistico: la E-type 1961. La Jaguar E-type 60th Anniversary Collection include creazioni artistiche, t-shirt e modellini in scala, ispirati ai due viaggi intrapresi dalla sportiva Jaguar da Coventry fino in Svizzera per il debutto mondiale della vettura al Motor Show di Ginevra. Anche questi oggetti rendono omaggio ai due modelli “9600 HP” e “77 RW”, che hanno ricoperto un ruolo fondamentale nel corso della prima apparizione assoluta della E-type nel marzo del 1961.

Gli oggetti della Collection sono stati creati da Jaguar Design Studio, con la supervisione di Julian Thomson, Jaguar Design Director. Due creazioni artistiche intitolate “From Coventry to Geneva” (“Da Coventry a Ginevra”) rendono omaggio all’indimenticabile debutto pubblico della E-type. Rigorosamente limitate a 60 unità e dotate di cornice, ciascuna viene fornita con certificato di autenticità.

L’opera illustrativa The Journey to Geneva '61, descrive in puro stile pop-art la storia dietro il reveal dell’auto. Quest’opera, limitata a 600 esemplari, è un’altra creazione esclusiva di Jaguar Design; stampata su una specifica carta per creazioni artistiche verrà fornita senza cornice. Lo stile pop-art è stato utilizzato anche per la realizzazione della grafica di una serie di t-shirt a tiratura limitata. Saranno solamente 960 gli esemplari disponibili, realizzati in morbido tessuto jersey misto cotone in colore grigio, con una finitura in stile vintage per onorare gli anni 60 e la E-type.

Si può unire la comodità di una sneaker con la classe di una scarpa elegante? Sì, se parliamo della nuova collezione Seishou. L’idea nasce dalla volontà di legare l’artigianato italiano allo stile giapponese, portata avanti dai Fratelli Borgioli (storici produttori italiani dal 1946), che hanno coinvolto i designer giapponesi Ikeda & Matsuzaki.

La collezione Seishou è realizzata con tecniche complesse che al giorno d’oggi pochissimi calzaturifici ancora applicano, come la suola fresata su forma, la lavorazione Blake con increne e l’utilizzo di materiali naturali.

«SEISHOU è una collezione ibrida che associa un design classico ad uno stile moderno. Il concept e il design giapponese si esprimono attraverso l’artigianalità delle scarpe italiane – ha dichiarato Yuko Matsuzaki, Designer di scarpe presso Ikeda & Matsuzaki – La nuova linea incorpora il concetto di autentica calzatura italiana ed un gusto che riflette lo stile di vita giapponese moderno».

 

FOTO: Fratelli Borgioli

“Mi piacciono i tavoli perché credo siano, in un certo senso, la cosa che maggiormente si avvicina all’architettura” – con queste parole Robin Rizzini, designer Italo-Britannico noto per i suoi arredi essenziali, funzionali ed espressivi capaci di unire sapientemente il linguaggio tecnico-industriale a quello decorativo, introduce la collezione Toa, disegnata per Pedrali e presentata nel corso del 2020.
 
Leggero ed essenziale alla vista, il tavolo Toa è caratterizzato da una robusta struttura in pressofusione di alluminio dalla forma geometrica e fluida, capace di sostenere anche ripiani di grandi dimensioni. Elemento caratterizzante sono le gambe a ponte dalla forma affusolata realizzate in pressofusione di alluminio che, più sottili alla base, si allargano verso l’alto confluendo sotto al ripiano in un elemento a “T”. “Credo che tra le cose più affascinanti di questo tavolo spicchino la sua leggerezza e allo stesso tempo la robustezza della sua struttura” – racconta il designer.
 
Un tavolo modulabile in termini di lunghezza e larghezza che risulta altamente performante all’interno degli spazi lavorativi, dando forma ad ambienti differenti. Toa è pensato per arredare un light office, un ufficio direzionale, oppure uno spazio domestico, grazie alle sue dimensioni contenute. Può diventare inoltre un desk per un ufficio elegante, un meeting table oppure, proposto con tre ponti gamba e dalle dimensioni generose, un conference table.
 
La versatilità e l’anima multitasking di questo arredo si individuano anche nelle possibilità di gestire i cavi necessari all’elettrificazione attraverso tre tipologie diverse di top access customizzabili in base alle richieste del cliente e di soddisfare le esigenze di tutti i mercati.
 
Per rispondere alle esigenze di mobilità e configurabilità dei moderni working spaces oltre che alle esigenze di distanziamento, #robinrizzini disegna inoltre Toa Folding Screen, un pannello divisorio fonoassorbente da tavolo in grado di definire e separare lo spazio. “L’idea è quella di avere un prodotto adatto per i tempi che stiamo vivendo ma, soprattutto, che si adatti anche in un’ottica futura. Un elemento flessibile da poter essere usato sia in ambito residenziale sia in ufficio” – spiega Rizzini. In caso di smart working risulta infatti uno strumento ottimale per ritagliarsi uno spazio all’interno del proprio contesto domestico.
 
Toa Folding Screen è pieghevole e leggero e può essere facilmente spostato da un luogo all’altro, configurandosi come un accessorio indispensabile da portare con sé e usare quotidianamente per creare e definire la propria postazione lavorativa, isolata sia a livello spaziale, sia acustico.
 
In base all’orientamento delle sue ante è possibile scegliere di creare postazioni singole a “U”, definendo uno spazio di lavoro di 1 m di lunghezza; due spazi, uno di fronte all’altro, scegliendo una configurazione a “S”; oppure ampliare il proprio spazio di lavoro fino a 1.5 m di lunghezza configurando il pannello a “L”. Utilizzando più pannelli, è inoltre possibile creare layout diversi dando vita a più postazioni su un unico tavolo.“Mi piacciono i tavoli perché credo siano, in un certo senso, la cosa che maggiormente si avvicina all’architettura” – con queste parole Robin Rizzini, designer Italo-Britannico noto per i suoi arredi essenziali, funzionali ed espressivi capaci di unire sapientemente il linguaggio tecnico-industriale a quello decorativo, introduce la collezione Toa, disegnata per Pedrali e presentata nel corso del 2020.
 
Leggero ed essenziale alla vista, il tavolo Toa è caratterizzato da una robusta struttura in pressofusione di alluminio dalla forma geometrica e fluida, capace di sostenere anche ripiani di grandi dimensioni. Elemento caratterizzante sono le gambe a ponte dalla forma affusolata realizzate in pressofusione di alluminio che, più sottili alla base, si allargano verso l’alto confluendo sotto al ripiano in un elemento a “T”. “Credo che tra le cose più affascinanti di questo tavolo spicchino la sua leggerezza e allo stesso tempo la robustezza della sua struttura” – racconta il designer.
 
Un tavolo modulabile in termini di lunghezza e larghezza che risulta altamente performante all’interno degli spazi lavorativi, dando forma ad ambienti differenti. Toa è pensato per arredare un light office, un ufficio direzionale, oppure uno spazio domestico, grazie alle sue dimensioni contenute. Può diventare inoltre un desk per un ufficio elegante, un meeting table oppure, proposto con tre ponti gamba e dalle dimensioni generose, un conference table.
 
La versatilità e l’anima multitasking di questo arredo si individuano anche nelle possibilità di gestire i cavi necessari all’elettrificazione attraverso tre tipologie diverse di top access customizzabili in base alle richieste del cliente e di soddisfare le esigenze di tutti i mercati.
 
Per rispondere alle esigenze di mobilità e configurabilità dei moderni working spaces oltre che alle esigenze di distanziamento, Robinrizzini disegna inoltre Toa Folding Screen, un pannello divisorio fonoassorbente da tavolo in grado di definire e separare lo spazio. “L’idea è quella di avere un prodotto adatto per i tempi che stiamo vivendo ma, soprattutto, che si adatti anche in un’ottica futura. Un elemento flessibile da poter essere usato sia in ambito residenziale sia in ufficio” – spiega Rizzini. In caso di smart working risulta infatti uno strumento ottimale per ritagliarsi uno spazio all’interno del proprio contesto domestico.
 
Toa Folding Screen è pieghevole e leggero e può essere facilmente spostato da un luogo all’altro, configurandosi come un accessorio indispensabile da portare con sé e usare quotidianamente per creare e definire la propria postazione lavorativa, isolata sia a livello spaziale, sia acustico.
 
In base all’orientamento delle sue ante è possibile scegliere di creare postazioni singole a “U”, definendo uno spazio di lavoro di 1 m di lunghezza; due spazi, uno di fronte all’altro, scegliendo una configurazione a “S”; oppure ampliare il proprio spazio di lavoro fino a 1.5 m di lunghezza configurando il pannello a “L”. Utilizzando più pannelli, è inoltre possibile creare layout diversi dando vita a più postazioni su un unico tavolo.
 

La nuova collezione di orologi di Alviero Martini Prima Classe si fa ispirare dal fascino delle isole più belle del pianeta, tra cui spicca la splendida isola siciliana di Panarea. 

La più antica isola delle Eolie riesce ad incantare le viaggiatrici più sofisticate per la sua atmosfera sospesa tra tradizione e modernità. 

Panarea è una linea di orologi intramontabili, con cassa rettangolare fine ed elegante, che conquistano con dettagli sorprendenti. Il cinturino in pelle cocco è un delizioso dettaglio che dona un tocco unconventional chic. Il richiamo all'inconfondibile mappa Geo di Alviero Martini 1° Classe è un invito al viaggio inciso sul quadrante gold che risalta in contrasto con la cassa e il bracciale in rose gold. 

I modelli Alviero Martini 1° Classe watches sono segnatempo preziosi e iconici che abbracciano ogni avventura esotica o urbana con la giusta dose di leggerezza ed eleganza, dando un valore al proprio tempo. 

Ogni orologio è pensato per viaggiatrici contemporanee che ricercano bellezza ed eleganza e apprezzano il design creativo del Brand e vogliono essere impeccabili, sempre.  

La sofisticata collezione Virtus prende il nome e il logo dall'ambita Versace Virtus Bag. Una "V" barocca ravvivata da accenti di foglie d'acanto su fine porcellana è il segno distintivo di questa nuova collezione regalo Rosenthal incontra Versace. Soprattutto il vaso e i vassoi, sui quali la "V" è impressa in oro come rilievo tridimensionale, sembrano particolarmente eleganti. Un vaso limitato con tre rilievi completa la collezione.

Rosenthal può avere una delle più lunghe tradizioni delle aziende tedesche, ma è anche una delle più moderne. Proprio come oltre 140 anni fa, Rosenthal sviluppa prodotti sia per clienti finali esigenti che per esigenti clienti professionali del settore della ristorazione e alberghiera. I prodotti si distinguono per forma, funzione, qualità e artigianalità eccezionali e rappresentano un bene culturale “made in Germany”, che non smette mai di coniugare innovazione e creatività. 

Con il suo design in porcellana pluripremiato, le collezioni lifestyle alla moda e i classici moderni ed eleganti, il marchio Rosenthal alza il livello più volte per l'estetica e l’individualità. Figure affermate del mondo dell'architettura, del design e dell'arte, ma anche dei nuovi arrivati ​​e dei talenti più in voga nelle collezioni di tavoli da pranzo design avant-garde, favoriscono la gioia di dare e creano arredi sofisticati. 

Le collezioni sono prodotte nella fabbrica di porcellana Rosenthal a Selb e nella fabbrica di porcellana "Thomas am Kulm" a Speichersdorf, che offrono alcuni degli impianti di produzione più avanzati dell'industria della porcellana in tutto il mondo e forniscono una produzione sostenibile con un uso attento delle risorse grazie agli investimenti lungimiranti che sono stati fatti.