Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

HNH Hospitality, tra i primi operatori alberghieri indipendenti italiani, ha inaugurato in Piazza dell’Esquilino, nel cuore della Città Eterna, un nuovo hotel dal design contemporaneo e dall’anima green: DoubleTree By Hilton Rome Monti. L’edificio, di proprietà di Reale Immobili spa, è stato trasformato in un prestigioso albergo rivolto ad una clientela business e leisure, che opererà sotto il rinomato brand internazionale DoubleTree by Hilton.

DoubleTree by Hilton Rome Monti sorge in una posizione strategica, in uno dei quartieri più dinamici ed eclettici della città, il Rione Monti, che si sviluppa intorno alla Stazione Termini e a Piazza Vittorio. Si compone di 133 camere (124 camere standard e 9 suite) distribuite su sette piani ed include un bar & caffetteria con ingresso dalla vivace piazza Esquilino, un ristorante di cucina tradizionale rivisitata e un rooftop bar & terrace panoramico, oltre a tre meeting room modulari ed una moderna sala fitness.

L’albergo accoglie i propri ospiti in un ambiente ricco di luce naturale e dal design contemporaneo, ispirato ai colori di Roma e contaminato di elementi naturali. Un’accurata ricerca filologica ha guidato il progetto di riconversione dei due edifici preesistenti, instaurando un dialogo continuo con la città. Sin dalla sua progettazione iniziale l’hotel si è dedicato alla riduzione dell’impatto ambientale e sociale, visibile dalla scelta dei materiali impiegati e delle fonti energetiche con cui alimentarsi.

L’hotel ospita un’ampia lobby che si sviluppa su tutto il piano terra e su terrazze disposte su diversi livelli: un luogo luminoso, aperto e dinamico, non più un elemento di passaggio, ma luogo di relax, postazione di lavoro o dove prendere un ottimo caffè, vista la presenza della caffetteria proprio adiacente. È caratterizzata da numerosi allestimenti floreali e piante che rendono l’ambiente ancora più piacevole. In hotel si sviluppa anche un percorso di elementi ed installazioni artistiche, selezionate attingendo alla pittura, fotografia e scultura in un mix tra antico e moderno.

Il nuovo indirizzo offre un soggiorno accogliente e una ricca proposta Food&Beverage aperta a tutti, completa di spazi comuni per incontri, business ed eventi. Sono infatti presenti tre locali: Mamalia che propone una cucina autentica a base di ricette della tradizione italiana e romana, MiT Food & Coffee Brewery, luogo di incontro dall’anima giovane e vivace, aperto anche agli esterni, che offre proposte creative dalla colazione all’happy hour e il Mùn Rooftop Cocktail Bar all’ottavo piano ideale per concludere la giornata con una cena a base di tapas o un cocktail after dinner, ammirando le meravigliose viste sui tetti di Roma. L’hotel ha scelto Lavazza come partner esclusivo per la fornitura di caffè, con l’obiettivo di garantire una gustosa coffee experience in ogni momento della giornata.

Mamalia è un’accogliente location che offre una cucina di sapori autentici della tradizione italiana e romana rivisitata con passione e creatività, facendo sempre affidamento su ingredienti di prima qualità e di provenienza locale accompagnata da un’ampia lista di vini accuratamente selezionati. Una vetrina show-cooking permetterà di ammirare gli Chef all’opera guidati dall’executive Chef Alessandro Caputo. MiT è un bar caffetteria con ampia scelta di miscele e preparazioni Lavazza che promuove un nuovo modo di assaporare il caffè in una location dinamica, vibrante e moderna aperta dalla colazione fino all'happy hour con proposte originali e creative. Il locale diventa punto di incontro tra gli ospiti dell’hotel e la vita cittadina, grazie all’accesso anche dall'esterno su Piazza dell’Esquilino. Il rooftop bar Mùn all’ottavo piano si sviluppa su una parte interna coperta ed una terrazza esterna che regala una vista panoramica mozzafiato sulla città eterna. Mùn è caratterizzato da un design contemporaneo ma dai colori caldi in un continuum tra esterno e interno dato dalla presenza di elementi naturali. Il bar serve aperitivo serale a base di cocktail contemporanei firmati dal Mixologist Antonio De Meo, accompagnati da raffinate tapas in uno dei nuovi locali più moderni ed esclusivi della città.

L’Hotel mette a disposizione 3 sale meeting modulari, tutte con illuminazione a luce naturale, che possono ospitare fino a 60 persone. L’adiacente break hub offre inoltre un ambiente rilassato e informale con sedute basse e divanetti come luogo di incontro. Infine, il moderno Fitness Center, equipaggiato con macchine all’avanguardia, inclusi tapis roulant, biciclette ellittiche, cyclette verticali e stepper – tutte dotate di TV e monitor cardiovascolare avanzato per tenere traccia dell’attività.

Le giornate si allungano e il primo pallido sole porta aria di primavera e la voglia di tornare all’aria aperta! Non c’è luogo migliore della Valle del Serchio per tuffarsi nella natura e il Renaissance Tuscany il Ciocco Resort & Spa, immerso in un parco di 600 ettari, è il rifugio ideale per una fuga nella verdeggiante Garfagnana.

Il Resort è la partenza perfetta per esplorare il territorio oltre che provare le attività all’insegna dell’adrenalina proposte dal partner Raftingh2o-E20 Avventure, nato oltre 25 anni e prima compagnia di rafting sorta in questa regione.

Il rafting è sicuramente uno dei modi più divertenti per entrare in contatto con la natura e gli ospiti del Renaissance Tuscany il Ciocco potranno provare quest’esperienza adrenalinica lungo il Fiume Lima, nei pressi di Bagni di Lucca fino a raggiungere Ponte a Diana. Un altro itinerario prevede la partenza dal Torrino Santa Rosa attraverso il Parco delle Cascine, che permette, con una discesa adatta a tutti e di livello facile, di immergersi nella natura e avvisate anche aironi, gabbiani ed altre specie animali. Avete mai provato invece l’urban rafting?! Raftingh2o-E20 Avventure propone anche questa variante che permetterà ai partecipanti di godersi da una prospettiva tutta nuova la magia di Firenze. Il percorso panoramico prevede la discesa del tratto cittadino dell’Arno, con il passaggio sotto ai quattro ponti principali della città. Il fiume tranquillo è l’ideale per scattare fotografie e godersi le bellezze architettoniche: dal fiume, infatti si potranno ammirare la Biblioteca Nazionale, gli Uffizi, il famoso Pontevecchio con il Corridoio Vasariano e l'elegante Ponte di Santa Trinità. Adrenalinica la discesa della pescaia di S. Niccolò e particolarmente affascinante l'arrivo sotto le arcate di Pontevecchio con le botteghe degli orafi a fare da cornice.

Un’attività dinamica e particolare è l’acqua trekking, nel cuore della Val di Lima e nelle vicinanze di Bagni di Lucca, attraversando le Strette di Cocciglia, con un mix di arrampicata in acqua, tuffi, nuoto e trekking per esplorare il territorio. Chi vuole invece godersi in tranquillità le bellezze culturali della zona, può optare per l’urban trekking, un percorso culturale a Firenze che parte sotto la torre medievale di San Niccolò e percorre le suggestive vie pedonali fino l'Abbazia di San Miniato a Monte. Da qui si prosegue verso Piazzale Michelangelo soffermandosi in uno dei punti più panoramici di Firenze, dove si può la città dall'alto in tutto il suo splendore. Il trekking dei 5 Borghi invece si sviluppa nel cuore della Val di Lima incorniciato da uno splendido scenario naturalistico. Immersa nel verde, tra alberi secolari, rocce e fiori, la passeggiata conduce verso incantevoli borghi medievali che si trovano nella parte alta della valle. Il sentiero attraversa splendidi paesi realizzati quasi interamente in pietra che affascinano per la loro bellezza. 

E il divertimento non finisce qui! Sempre presso bagni di Lucca, sul fiume Serchio, si possono praticare kayak, con un percorso che si snoda in prossimità del famoso Ponte del Diavolo, hydrospeed per i più avventurosi o ancora tubing, praticabile anche sul torrente Lima. Chi vuole divertirsi con famiglia e amici, può provare il sup o big sup: si tratta di una tavola simile a quella da surf ma di grandi dimensioni che ospita 6 persone contemporaneamente. Novità 2021 è il packraft, un’imbarcazione pneumatica ultraleggera monoposto molto pratica in quanto può essere trasportata in uno zaino e gonfiata all’occorrenza. La discesa, di livello medio/facile, viene effettuata a Bagni di Lucca e alterna momenti di adrenalina pura a tratti più tranquilli per godersi la natura circostante.

Una volta rientrati in hotel dopo una giornata all’insegna dell’avventura, gli ospiti potranno lasciarsi coccolare nella Beauty Spa che dispone di piscina interna e bagno turco oppure, per rilassamento e rigenerazione totale, provare uno degli esclusivi trattamenti proposti a base di vinacce di produzione locale.

Airbnb ha da poco svelato i trend per l’estate 2021: gli italiani quest’anno sognano la campagna e i luoghi remoti immersi nel verde, per staccare la spina e concedersi un po’ di sano digital detox.

Per rispondere a questo rinnovata voglia di natura, la piattaforma ha ideato il Rural Bootcamp, una scuola di ospitalità per promuovere il turismo nelle aree rurali in Europa e nel mondo, ma ha anche selezionato alcuni degli alloggi di design in zone rurali d’Italia, delle vere e proprie gemme progettuali da inserire subito nelle nostre wishlist in vista della bella stagione. Tra questi spicca sicuramente il Loft di lusso nelle Langhe, posizionato a Sant’Antonino (in provincia di Torino).

Un’ unica residenza posta sul crinale di una collina nel cuore delle Langhe a pochi passi da Alba e dalle colline del Barolo. Ideale punto di partenza per esperienze enogastronomiche, visite in cantina, trekking, Mtb o escursioni a cavallo.

All’interno di una proprietà di 5000mq si colloca il Loft a sbalzo sulla collina, all’altezza delle fronde dei noccioleti come fosse una casa sull’albero. Spazio interno ed esterno sono messi in continuità da una maestosa vetrata. All’interno un volume madre con altezze fino a 6m totalmente rivestito in doghe di rovere trattato ad olio ed un volume figlio, un cubo cavo nero che racchiude i servizi ,la cucina con isola e sostiene la zona notte. All’esterno la terrazza coperta, a sbalzo sulle colline; una nicchia dove sorseggiare un buon vino magari aspettando il tramonto dietro il Monviso. Adiacente alla casa il deck in legno con la jacuzzi ed il giardino a terrazzo con le lavande le ortensie e lo spazio verde per stare all’aperto.

Ritz-Carlton aprirà a Zermatt, in Svizzera, e molto probabilmente la stazione sciistica più lussuosa d'Europa. La struttura con 69 camere, prevista per l'apertura nel 2026, porterà il leggendario servizio del marchio e il design elegante nella famosa località turistica svizzera. Una volta aperta, la struttura fungerà da secondo hotel Ritz-Carlton in Svizzera, entrando a far parte del Ritz-Carlton Hotel de la Paix, Ginevra.

Satya Anand, Presidente, Marriott International Europa, Medio Oriente e Africa, ha detto: "Siamo entusiasti di annunciare la firma di questa pietra miliare con Mario Julen, che ha una visione fantastica per il progetto. Zermatt è sinonimo di sci, alpinismo e paesaggi mozzafiato. Essendo l'epitome del lusso moderno, questo sviluppo storico e una destinazione straordinaria miglioreranno il nostro portafoglio di iconiche proprietà Ritz-Carlton in tutto il mondo, offrendo agli ospiti un'entusiasmante opportunità di sperimentare le cime innevate di Zermatt tutto l'anno, le piste da sci di livello mondiale e Monte Cervino. La firma di oggi riflette la crescente domanda dei nostri marchi di ospitalità di lusso in Europa, Medio Oriente e Africa”.

Il Ritz-Carlton, Zermatt sarà progettato dal pluripremiato studio parigino AW² guidato dagli architetti partner Reda Amalou e Stéphanie Ledoux, con il design architettonico e degli interni che dovrebbe offrire una versione raffinata del classico chalet di montagna.

Il design si giocherà con materiali naturali e luce filtrata per creare un senso di ritiro e relax. Ispirato alle origini nomadi della comunità Walser della regione, il design dell'hotel mira a mettere in contatto le persone con la natura e celebrare la posizione della montagna. Le facciate dell'edificio saranno rifinite con materiali naturali di provenienza locale, come legno e pietra, per riflettere lo stile di vita rustico e autentico del popolo Walser.

Il piano terra dell'hotel dovrebbe includere aree lounge, sale riunioni e multifunzionali, un lounge bar, un ristorante principale e un grande camino, tutti posizionati per incorniciare la vista delle montagne. I piani per l'hotel includono una piscina interna e una esterna riscaldata collegate tramite una finestra che porta luce naturale filtrata nella piscina interna. Il progetto utilizza grandi aperture e finestre per rimuovere la barriera tra spazi interni ed esterni e utilizza interni in pietra per fondersi con l'ambiente naturale esterno. Una serie di attività ricreative come l'accesso "ski-in ski-out" alle piste, un tranquillo centro benessere con palestra e piscine interne ed esterne fanno parte della visione per gli ospiti. Il resort dovrebbe inoltre offrire servizi per riunioni ed eventi.

“Questo è un progetto emozionante per me perché ho lavorato con passione per molti anni per dargli vita. Non è solo una dichiarazione d'amore alla mia città natale, Zermatt, ma anche al business degli hotel di lusso e alla sua capacità di ispirare i viaggi. In qualità di primo grande marchio internazionale a Zermatt, il mio desiderio è che questo progetto porti un nuovo livello di ospitalità nelle Alpi svizzere ", ha affermato Mario Julien.

 

 

 

Un monumento all'arte e alla più raffinata eleganza. La Mamounia di Marrakesh (Marocco) non è solo un hotel, ma una vera e propria destinazione a sé, dove corpo, mente ed emozioni sono in armonioso equilibrio tra loro e l'ambiente circostante. L'hotel, recentemente riaperto a seguito di un importante restyling, è avvolto dal profumo dei suoi magnifici giardini con una sensazionale vista sulla catena dell’Atlante.

Sin dal primo momento gli ospiti sognano di concedersi una coccola nell’hammam della rinomata Spa oppure di fare un tuffo nella piscina all'aperto per poi godersi una passeggiata nei lussureggianti giardini, tra palme, ulivi, cespugli di rose, aranci e cactus. A cena si arriva con il pieno di serotonina, che viene portata alle stelle grazie alle sfiziosissime proposte culinarie dei quattro ristoranti firmati Jean-Georges Vongerichten, tra gli chef più famosi al mondo.

Dopo cena gli ospiti possono decidere di sorseggiare un drink cullati dal jazz allo storico Churchill bar oppure di ritirarsi nelle splendide camere, suite e signature suite del leggendario palazzo, una più straordinaria dell’altra. E, per un’occasione speciale, è possibile prenotare un riad tutto per sé, con giardino privato, patio, terrazza, piscina e maggiordomo a disposizione.

È il Grand Universe Lucca, storico hotel adiacente al leggendario Teatro del Giglio, il luogo ideale per concedersi una piccola fuga di San Valentino diversa dal solito, all’insegna della musica, dell’arte e della buona cucina.

Lucca, vero e proprio gioiello rinascimentale nel cuore della Toscana, è infatti la città perfetta da cui partire per un romantico tour della campagna circostante, anche nella stagione invernale. Le mura della città, risalenti a un’epoca compresa tra il XVI e il XVII secolo e ancora oggi perfettamente conservate e impreziosite da filari di alberi, sono infatti la cornice ideale per una passeggiata o un tour in bicicletta di coppia, che includa anche gli innumerevoli punti di interesse del centro città.

 Una volta rientrati in hotel, non può mancare un momento speciale da condividere seduti a tavola: al ristorante Legacy, la cucina dello chef Alessandro Manfredini saprà rendere memorabile il momento della cena grazie a un sapiente mix di tradizione e innovazione; tre portate costruite partendo dai sapori tipici della terra toscana e successivamente declinate in chiave moderna e accattivante.

Per San Valentino è stato anche creato uno speciale menù (disponibile a pranzo anche per il pubblico e non solo per gli ospiti) aperto da burrata, puntarelle e tartare di gambero rosso. Seguono riso acquerello carciofi e calamari spillo, raviolo di capesante con crema di pachino e olive taggiasche, salmone e patate alla curcuma con verdurine croccanti e un parfait ai tre cioccolati per chiudere con una nota dolce.

Non può poi mancare, in una festa come San Valentino dove l’atmosfera è tutto, un’esperienza esclusiva nella cantina Eterno, dove è possibile trascorrere una serata romantica con la sola compagnia di centinaia di bottiglie di vino pregiato, circondati dalla storia e dal fascino delle fondamenta romane del palazzo che ospita il Grand Universe.

E perché non immortalare su tela i magici momenti spesi tra le mura del Grand Universe? L’artista Sandra Rigali, in occasione di San Valentino, sarà infatti disponibile a incontrare gli innamorati e ascoltare il loro racconto, per trasformarlo poi in uno splendido dipinto a un prezzo speciale, dedicato agli ospiti dell’hotel. Dopotutto, anche un ritratto è per sempre.