Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Orange Color

Secondo il rapporto annuale di Brand Finance, Gucci e Louis Vuitton sono in cima alla categoria moda dei marchi di lusso più preziosi al mondo. Le case di moda sono arrivate rispettivamente al secondo e terzo posto nella classifica generale dopo Porsche, che è stata classificata come il marchio di lusso più prezioso al mondo.
 
L’elenco è stato fatto da WWD prendendo come riferimento il valore complessivo del marchio, il loro potere nell'influenzare le scelte dei consumatori o investimenti di marketing. Altre case di moda che si sono classificate in cima alla lista sono Cartier al terzo, Chanel al quarto e Hermès al quinto. Rolex, Dior e Coach tra i primi 10.
 
Nonostante questi marchi abbiano ottenuto buoni risultati rispetto alla concorrenza, le prospettive non sono rosee per questo settore dato che Brand Finance prevede che i 50 marchi di lusso più preziosi perderanno circa 20 miliardi di dollari di valore del marchio nel 2020 a causa della pandemia globale. Brand Finance ha aggiunto anche che i marchi di moda e automobili sono stati i più colpiti negativamente, mentre le imprese di bellezza e cosmetici se la stanno cavando meglio. 
 

“Il lusso è una necessità che inizia quando la necessità finisce”, disse Coco Chanel. E Secoo, il principale portale e-commerce cinese interamente dedicato alla luxury industry, ha trasportato con successo questa necessità tra i netizen del Dragone.

 

Borse di Gucci, Hermès, Louis Vuitton ed ancora scarpe, maglie e camicie tutte rigorosamente griffate. Potremmo dire di frugare all’interno di qualche armadio di un influencer ed invece, basta girare lo sguardo per vedere postazioni per livestreaming, photoshooting e scrivanie. Luxury Agency News è infatti entrata in esclusiva negli uffici di Secoo a Milano.

 

Lusso ed e-commerce? Questo il trend del futuro. Da alcuni anni, i brand di alta gamma hanno abbracciato in Cina la digitalizzazione ed i canali commerciali online. Non una sorpresa per il Paese più connesso al mondo. Ad oggi i consumatori cinesi sono il motore principale di crescita per il mercato globale del lusso. Anzi, in questo atipico 2020, solo il Dragone, è riuscito a dare segnali positivi in un settore, quello del luxury retail, messo in ginocchio dalle chiusure forzate. 

 

Ad accoglierci Arianna Pigliavento, Business Development Specialist e Liu Yinzuo, General Manager di Secoo Italia, con quest’ultima che ci ha illustrato come lavora la compagnia e le prospettive per l’e-commerce cinese.

 

 

Iniziamo subito a parlare di Secoo, potresti introdurci quali sono i servizi per le aziende europee?

 Secoo nasce nel 2008 a Pechino e ad oggi possiamo dire che è un gruppo ormai diffuso su scala globale con uffici che vanno dall’Asia all’Occidente. Per quanto riguarda le nostre offerte alle aziende europee sicuramente il marketplace di Secoo è uno dei nostri principali servizi. Tuttavia vorrei sottolineare che Secoo offre alle aziende anche servizi non secondari come database analysis, assistenza logistica per l’export verso la Cina, photoshooting ed ovviamente sessioni livestreaming in chiave marketing per meglio raggiungere il pubblico cinese.

 

 

Ci potresti descrivere la filosofia dietro Secoo?

 Sin dai primi anni, Secoo si è focalizzata sul settore del lusso. Ad oggi la compagnia ha stretto collaborazioni con alcuni dei principali player del settore ed i margini di sviluppo sono positivi. Basti pensare che il 70% dei brand di lusso a livello mondiale sono Europei, non è quindi un caso che abbiamo deciso quasi da subito di focalizzarci sul mercato europeo. I nostri interlocutori non sono solamente i singoli brand, ma anche i multibrand store. Noi apriamo un canale privilegiato per tutti coloro vogliono esplorare il mercato cinese. 

 

 

E per quanto riguarda i consumatori cinesi? Quali sono le previsioni? 

 Sicuramente negli anni abbiamo assistito ad un cambiamento delle abitudini di acquisto e consumo degli utenti cinesi. A tale riguardo abbiamo assistito ad una maturazione e crescita del pubblico del Dragone. Secoo offre ai suoi clienti non solo i prodotti delle più grandi maison, ma con la ricerca ai dettagli e al particolare del consumatore cinese di oggi, cerchiamo di offrire anche brand più di nicchia e ricercati. 

                                                                        

 

Da quanto Secoo è presente sul mercato cinese?

 Noi nasciamo a Pechino nel 2008 e nel tempo il nostro portale e-commerce è divenuto un’importante realtà nel luxury e-tailer. Possiamo dire, in un certo senso, siamo stati tra i primi a scommettere nella digitalizzazione dei brand di lusso! Con sedi in Giappone, Corea e Stati Uniti, l’azienda è cresciuta molto, inoltre dal 2017 Secoo è quotata al Nasdaq di New York. 

 

 

So che Secoo è anche presente con un negozio offline, puoi dirci di più su questa iniziativa?

 Sicuramente, l’online è il nostro core business, ma l’offline ha ancora il suo appeal. A Shanghai noi abbiamo un nostro store fisico dove organizziamo anche numerose iniziative per i buyer cinesi. Ed anche a Pechino organizziamo saltuariamente dei pop up store. Tuttavia qualche anno fa, sempre a Shanghai, abbiamo realizzato con MSGM una delle iniziative che, secondo me, è stata tra le più interessanti da noi create. Nello specifico si è trattato dell'installazione di un vero “innovative mirror-image pop-up event”, un evento dedicato interamente ai trendsetter urbani, dove gli specchi, di differente grandezza, hanno dato un'immagine surreale del mondo sotterraneo.

 

 

Il 2020 è stato (anzi è) un anno sicuramente difficile sotto ogni punto di vista. Nonostante le difficoltà, abbiamo visto come il mercato del lusso in Cina abbia saputo resistere, specialmente grazie all’e-commerce. Secondo te, quale è il principale trend del commercio online del Dragone?

 Sicuramente il livestreaming! Ad onor del vero Secoo ha iniziato ad esplorare questo settore nel giugno dell’anno scorso. Quindi possiamo dire che siamo ancora “giovani” quando parliamo di livestreaming. Tuttavia, la risposta del pubblico è stata importante. Soprattutto quest’anno. Durante il periodo più duro della pandemia abbiamo dovuto cambiare interamente il nostro modo di fare business, investendo nel livestreaming e, parallelamente, collaborando con alcuni importanti social media come Douyin. Sono sicura che questo trend sarà tutto in salita anche nel secondo semestre del 2020.

 

 

E per quanto riguarda la “social commerce”?

 Senza dubbio è un trend da tenere sotto osservazione. In Cina, ma a dire la verità un pò ovunque nel mondo, abbiamo assistito alla rapida diffusione delle short video app. E questi social media hanno inaugurato il trend del “social-shopping”. Vedo qualcosa di interessante? Ora posso comprarlo con un click! 

 

 

Rimanendo in tema, il COVID-19 ha sicuramente avuto un impatto non solo sulle aziende, ma anche sulle abitudini di consumo. Hai visto qualche cambiamento a riguardo nel mercato cinese?

 Sicuramente qualcosa è cambiato. Quando parliamo di abitudini di acquisto, abbiamo assistito ad una esplosione dell’e-commerce. Non solo legata alla luxury industry o al normale fashion retail. In Cina, persino i piccoli negozi di quartiere, come frutterie o piccoli chioschi, vendono i loro prodotti online. Anche chi non utilizzava un cellulare, come i più anziani, adesso ne ha uno ed è pronto ad acquistare online. Lo stile di vita delle persone è sicuramente cambiato, non solo il modo di fare shopping.

 

 

In Cina ci sono molti appuntamenti e-commerce come il Singles Day o il 618. Eventi nemmeno paragonabili, per volume di affari, ai nostri Cyber Monday o Black Friday. Secoo vi partecipa attivamente?

Certo, anche noi abbiamo partecipato a questi appuntamenti ormai divenuti un must nel mondo digitale cinese dove, anno dopo anno, vengono macinati record di vendite. Tuttavia vorrei sottolineare che quest’anno anche Secoo avrà una propria iniziativa con un proprio shopping festival. L’appuntamento sarà il 17 dicembre e siamo tutti in attesa di vedere come il pubblico risponderà.

 

 

La mia ultima domanda riguarda l’intero panorama e-commerce cinese, qualche idea sugli sviluppi futuri?

 Attualmente dobbiamo riconoscere che lo scenario pre-pandemia dell’industria del lusso era già caratterizzato da una estrema polarizzazione del digitale che vedeva la Cina crescere, anno dopo anno, come principale mercato per le aziende. Le aziende del settore del Fashion e del Luxury saranno da oggi ancor di più costrette a rivedere i loro posizionamenti per adattarsi alle crescenti necessità caratterizzate dall’attuale panorama. Sicuramente l’offline continuerà ad avere una parte fondamentale in termini di brand awareness e di conoscenza del prodotto da parte dei consumatori, ma l’e-commerce rafforzerà la sua posizione come main driver nelle vendite nel settore del lusso.

 

 

            

Il marchio di moda italiano Fendi lancia la sua nuova borsa Peekaboo con l'aiuto dell'attrice candidata all'Oscar Naomi Watts. In un breve spot intitolato “Wild Untamed Naomi”, gli spettatori seguono l'attrice, a casa sua, mentre recupera diversi oggetti dalla nuova borsa Fendi. Sorprendente, comico e divertente, il cortometraggio rappresenta l'atteggiamento espressivo della borsa Peekaboo.
 
"Naomi Watts è una persona nota per il suo grande senso dello stile e per essere in grado di passare dall'essere in giro a colpire il tappeto rosso", ha detto Kimmie Smith, cofondatore e direttore creativo di Athleisure Mag, New York. “Vederla indossare capi della casa di Fendi e le loro iconiche borse è un ottimo modo per vedere la loro versatilità.
 
"Penso che quando sei in grado di vedere un marchio nell'ambito della casa di una persona e attraverso varie vignette, aggiunge la personalità della persona che ne è coinvolta", ha detto. "Mette gli spettatori e i consumatori a proprio agio nel vederlo e nel pensare a come può essere indossato o utilizzato nelle loro vite".
 
Il cortometraggio è in collaborazione con Vogue Australia ed è stato realizzato per celebrare l'apertura della nuova boutique Fendi a Sydney. 
 
L'immagine è presa dal nuovo video di Fendi su Youtube al link: https://www.youtube.com/watch?v=VwLj3ZzGR7Q&ab_channel=Fendi
 

Il marchio di moda italiano Tod's sta invitando i consumatori a un divertente incontro di "The Kates” in un nuovo sforzo per la sua ultima collezione di calzature. La vignetta ci presenta tre modelli disparati, tutti chiamati Kate, tutti con stili diversi della nuova collezione Kate di Tod. Il video si svolge con le tre donne che attraversano Roma in divertenti ma sofisticati pop di colore, per unirsi alla fine e acquistare la nuova collezione.
 
"Questa è una pubblicità divertente in cui puoi farti un'idea di ciascuna delle donne, chi sono individualmente e come si uniscono per mostrare come hanno fatto propria Kate", ha detto Kimmie Smith, cofondatore e direttore creativo di Athleisure Mag, New York. “Ciò che funziona qui è che in varie collezioni c'è uno stile che non è solo classico per un marchio, ma è anche uno stile che le persone adorano. "Quando vedi come questa collezione può essere abbracciata attraverso i tipi di personalità e gli stili di vita, le persone sono in grado di vederla da soli", ha detto. "Questo pantaloncino è un ottimo modo per mostrare come qualcosa può essere indossato vestito su e giù."
 
Lo spot, intitolato “A date with Kate” si apre con la prima Kate. Indossa pantaloni cobalto e mocassini Kate in pelle bianca mentre legge un libro intitolato "Kate" mentre è seduta accanto a una borsa Tod's nera. Una colonna sonora da sala da ballo suonata da una tromba è in sottofondo mentre la prima Kate riceve un messaggio da un'altra Kate. Il tema Kate è tutt'altro che sottile, poiché si tratta di una celebrazione in cui ogni donna ha qualcosa in comune in termini di nome, ma può celebrare la propria individualità sfoggiando in modo diverso i prodotti della nuova collezione.
 
L'inquadratura tocca la prima Kate, presumibilmente in viaggio per incontrare altre Kate, in bicicletta in Piazza Borghese a Roma. Quindi gli spettatori incontrano la seconda Kate. La seconda Kate è in un completo di jeans, indossa le driving shoes Gommino in rosa, anch'esse della nuova collezione. Comincia a portare a spasso il suo bulldog inglese, ma il cane si rifiuta di muoversi o di continuare a camminare per le strade di Roma, portando Kate a suonare il citofono della sua amica mentre si trova di fronte all'edificio della sua amica.
 
Gli spettatori incontrano la terza Kate che è seduta in cerchio, sorridendo giovialmente mentre guarda più di una dozzina di paia di scarpe Tod's. Passa le dita sulla sua collezione di scarpe, guarda fuori dalla finestra e poi dà il benvenuto ai suoi amici e al cane di Kate nell'edificio.
 

La casa di moda francese Hermès riflette sul valore della creatività e del design in un cortometraggio in coincidenza con l'anniversario della pandemia COVID-19. "Triptych" offre uno sguardo dietro le quinte dello sviluppo e della produzione della collezione donna autunno / inverno 2021 di Hermès. Con le candide intuizioni di Nadège Vanhée-Cybulski, direttore artistico del prêt-à-porter femminile, e Pierre-Alexis Dumas, direttore artistico di Hermès, il video parla di questo momento unico ed emozionante nel tempo.
 
"La lotta di Hermès durante la pandemia rispecchia la storia del suo fedele cliente", ha affermato Chris Ramey, presidente di Affluent Insights, Palm Beach. "Dimostra la premura di creare la donna Hermès rafforzando i valori che attraggono i suoi clienti."
 
Diretto da Sébastien Lifshitz, il corto prende il nome dall'arte che è diviso in tre sezioni, tipicamente un'immagine o un rilievo scolpito su tre pannelli e incernierati insieme. Segue lo sviluppo della performance della collezione autunno / inverno, che ha preso la forma di una performance in tre atti a New York, Parigi e Shanghai.
 
Il video, che dura quasi nove minuti, inizia con la signora Vanhée-Cybulsk che torna alla maison per iniziare a disegnare la collezione durante la chiusura. In un'intervista, descrive la creazione di una collezione come un rito sacro, ma ammette di aver inizialmente sentito un vuoto creativo quando le è stato assegnato il compito di progettare durante la chiusura.
 
Presto si rese conto che la situazione le dava l'opportunità di immergersi più a fondo nella sua immaginazione senza distrazioni o critiche esterne. Descrive la sua filosofia di design come "resistenza", concentrandosi sull'individualità e sul comfort invece che sulla malinconia del clima. Oltre agli scatti della signora Vanhée-Cybulsk in un'intervista da seduti, "Triptych" include filmati di lei e del suo team che si adattano alle modelle e fotografano la collezione. I primi piani persistenti si concentrano sui ricchi dettagli dei pezzi, come cuciture a mano e perline. Anche il signor Dumas parla, condividendo come la signora Vanhée-Cybulsk e il suo lavoro hanno plasmato la donna contemporanea di Hermès come qualcuno che è indipendente e assertivo.
 

Skechers annuncia la limited edition Elite Premium Luxe Collection, in arrivo in Italia con quattro sneakers ideate e realizzate con materiali esclusivi. La collezione ha come protagonista la vacchetta, pelle pregiata conosciuta per l'utilizzo che ne viene fatto nel mondo della pelletteria e delle borse firmate, e con la quale Skechers ridisegna le sue silhouette più famose creando versioni uniche realizzate in morbida pelle dalle tonalità nude. 
 
La linea è la prima di una serie di collezioni Elite Premium, create con l'obiettivo di incorporare i modelli chiave delle divisioni Skechers e rivisitarli in chiave luxury, ognuna secondo un concept e un design specifico. La vacchetta dona alle sneakers della skechers Elite Premium Luxe Collection una texture extra soft e una finitura di lusso - dettagli che non passano inosservati e capaci di accontentare anche i consumatori più esigenti.
 
A renderle ancora più uniche è poi il processo di invecchiamento della tomaia: con l'utilizzo le sneakers acquisiranno infatti un loro colore distintivo e una trama inconfondibile. Ultimo ma non meno importante, ad esaltare la naturale bellezza delle diverse creazioni ci pensano le finiture metal abbinate a dettagli satinati. Due texture in grado di donare un tocco elegante e versatile, perfette per creare outfit poliedrici e iconici da mattina a sera.
 
Per questa prima edizione un tuffo nel passato è assicurato dalle Skechers D'Lites Natural Wave. L'iconica sneakers D'Lites - diventata famosa negli anni 2000 - ha un design senza tempo che non invecchierà mai. Con le nuove Natural Wave la strada diventa una vera passerella, la tomaia in pelle cipria e i dettagli in raso le rendono un accessorio imperdibile e iconico.
 
I modelli Skechers Elite Premium Luxe Collection dimostrano che non è necessario sacrificare il comfort per lo stile. Le Skechers Max Cushioning Elite Premium sono perfette per camminare poiché progettate con suola ammortizzata skechers ULTRA GO e soletta Air-Cooled Goga Mat. Il tutto arricchito da dettagli in pelle metal e raso.
 
Per creare un look più street la scelta ricade sulle Skechers GOwalk Arch Fit Golden Era, che uniscono tutta la tecnologia plantare della soletta Arch Fit (realizzata studiando ben 120.000 scansioni plantari, e in grado di offrire il massimo supporto all'arco plantare) all'innovativa suola ULTRA GO, leggera e reattiva, dando vita ad un connubio di comfort ed eleganza.
 
Linee retrò incontrano un lusso moderno con le Skechers Sport Court 92 Honey Doll: le finiture satinate unite ai dettagli in pelle premium e all'intersuola in stile classico creano un perfetto mix tra passato e futuro. Il tutto è completato da dettagli metal e dall'inconfondibile comodità della soletta in Air Cooled Memory Foam. Una sneakers sporty chic che incarna tutta l'essenza della nuova tendenza athleisure.